Coronavirus, Arcuri: non è tempo di polemiche e divisioni

GCa
·1 minuto per la lettura

Roma, 5 nov. (askanews) - "Sfido chiunque di noi a dire che non conosce almeno una persona colpita da questa terribile pandemia. Purtroppo il virus è ancora tra noi e, se è possibile, più diffuso di prima forse meno aggressivo ma comunque ancora assai preoccupante Per questo ora come non mai il nostro impegno e il nostro senso di responsabilità devono essere massimi: non c'è tempo per fare polemiche né per dividerci per spaccare il capello in quattro o per tentare ardite interpretazioni dei dati". Lo ha detto in conferenza stampa il Commissario Straordinario per l'emergenza Covid 19, Domenico Arcuri. "Tutti i soggetti che hanno responsabilità istituzionali e che stanno lavorando lo stanno facendo tutti con un duplice obiettivo, tutelare la vita e la salute degli italiani e salvaguardare le condizioni socio economiche del nostro Paese. Questo significa anche che le scelte che abbiamo fatto e che stiamo facendo e quelle che si dovranno fare nelle prossime ore nelle prossime settimane, e nei prossimi mesi, sono state e saranno assunte con il più alto senso di responsabilità. Ora, come non mai, non è questo il momento dei contrasti né delle divisioni, ma il momento della conciliazione e della collaborazione, ce lo chiedono i nostri concittadini che da troppo tempo sono sottoposti ad enormi sofferenze, stanno facendo straordinari sacrifici e ce lo chiede il capo dello Stato".