Coronavirus: Arcuri a regioni, predisporre strutture per conservare e somministrare vaccini

·1 minuto per la lettura
Coronavirus: Arcuri a regioni, predisporre strutture per conservare e somministrare vaccini
Coronavirus: Arcuri a regioni, predisporre strutture per conservare e somministrare vaccini

Roma, 18 nov. (Adnkronos) – Le Regioni devono iniziare a lavorare sul piano vaccino anti-Covid, iniziando già ora a individuare le strutture più idonee. Le comunicazioni, puntuali, dovranno essere inviate entro il 23 novembre. E' quanto chiede ai governatori il commissario per l'emergenza Domenico Arcuri, in una comunicazione inviata ai governatori e in possesso dell'Adnkronos.

"Al fine di definire il piano di fattibilità di questa prima fase di somministrazione – si legge nel testo – è necessario che le regioni da Voi presiedute individuino, in ogni provincia, idonee strutture capaci di rispettare i vincoli sovraesposti quanto alle caratteristiche di consegna, di conservazione e di somministrazione".

Entro il 23 novembre le Regioni devono comunicare "per ogni provincia, il numero e la denominazione dei presidi ospedalieri all'interno dei quali si ritiene utile che il vaccino venga consegnato e somministrato; tale presidio ospedaliero dovrà essere in condizione di vaccinare almeno 2.000 persone" o "più persone ma con multipli di 1000 in 15 giorni". Per ogni presidio ospedaliero così individuato "il numero di personale operante al suo interno, a qualunque titolo; il numero di personale sanitario e sociosanitario operante nel territorio, che potrà raggiungere il presidio ospedaliero in non più di 30-60 minuti; la disponibilità al loro interno di congelatori" con caratteristiche tali da consentire la conservazione del siero ed il "relativo volume di spazio disponibile".