Coronavirus, atterrato a Roma il primo aereo per il rimpatrio dei turisti cinesi

rimpatrio turisti cinesi

Sono cominciate a Roma le operazioni per il rimpatrio dei turisti cinesi; mentre si attende nella mattinata di lunedì 3 febbraio l’arrivo del volo di ritorno degli italiani bloccati a Wuhan. Il primo aereo è atterrato intorno alle ore 6 del 3 febbraio: è un volo delle linea China Airlines, proveniente da Taipei. L’annuncio dell’avvio del ponte era stato dato dal Commissario straordinario per l’emergenza Angelo Borrelli.

Coronavirus, rimpatrio turisti cinesi

Alle ore 6 di lunedì 3 febbraio è atterrato a Roma il primo volo della China Airlines (CI75) operato con un Airbus A350 per il rimpatrio dei turisti cinesi. Lo aveva annunciato nelle scorse giornate Angelo Borrelli, ora il ponte aereo prende il via. Alle ore 10, invece, si attende l’arrivo dei 67 italiani rimasti bloccati a Wuhan, epicentro del focolaio. Uno di loro, da quanto si apprende, non è salito sull’aereo in quanto ha presentato alcuni sintomi febbri. Altri, invece, hanno scelto volontariamente di restare in Cina.

Il bilancio

Nel frattempo la Commissione sanitaria nazionale (Nhc) ha reso noto che il numero di decessi e di contagi del coronavirus ha superato quelli della Sars. In particolare, i morti ad oggi sono 361, rispetto ai 349 della Sindrome respiratoria acuta grave (Sars). Secondo i numeri diffuso dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), inoltre, i contagi sono saliti a 17.205, più del triplo dei 5.327 della Sars. La Commissione sanitaria nazionale, infine, segnala 2.296 nuovi contagi accertati. Si attestano a 21.558 i casi sospetti, mentre le guarigioni prendono quota 475.