Coronavirus, in Australia 4.860 contagi: villaggi rurali a rischio

webinfo@adnkronos.com

Sfiorati i cinquemila contagi in Australia, dove nel pomeriggio il vice ministro della Sanità Paul Kelly ha confermato 4.860 casi. La maggior parte dei contagi si riferisce a recenti viaggi internazionali, mentre si registra un calo delle infezioni. ''Non abbiamo avuto grandi aumenti nelle ultime 24 ore - ha detto - Continuiamo ad avere nuovi casi, ma la curva rallenta'', dimostrando che ''sono buone le misure che abbiamo adottato e che stanno funzionando come speravamo''. 

Intanto le migliaia di villaggi rurali australiani, separati da centinaia di chilometri di deserto o boschi, hanno chiesto a chi non vi abita di ''stare lontano'', limitando così la possibilità di contagio. L'appello è stato rivolto in tv anche dal ministro dell'Agricoltura David Littleproud, lamentando l'aumento di persone che si sono dirette verso l'interno del Paese avvicinandosi alle comunità rurali e mettendole potenzialmente a rischio. Questi villaggi, tra l'altro, hanno un accesso limitato ai servizi sanitari e ai medici.