Coronavirus, avevano locali aperti: 5 denunce nel Napoletano

Psc

Napoli, 10 mar. (askanews) - Cinque persone denunciate nel Napoletano dai carabinieri per aver violato le disposizioni governative anti coronavirus. A Giugliano in Campania, i militari hanno sorpreso numerosi clienti riuniti in una sala giochi di corso Campano che, nonostante i divieto di apertura, era in attività. Il gestore è stato denunciato per inosservanza dei provvedimenti dell'autorità. Stessa sorte per un 45enne di Melito proprietario di un bar con sala giochi in via Antichi Giardini: anche in questo caso i carabinieri hanno trovato un numero cospicuo di avventori che non potevano rispettare la distanza interpersonale di un metro data la limitata dimensione del locale. A Villaricca, un 45enne proprietario di una sala giochi in via Di Vittorio, è stato denunciato perché la sua attività era regolarmente aperta nonostante il divieto. Una coppia di coniugi di 34 e 45 anni, è stata denunciata perché anche il loro centro scommesse in via Campana era operativo. Per il 45enne, in qualità di gestore, anche un'altra denuncia: non era in possesso del titolo di polizia e del titolo di rappresentanza in assenza della titolare.