Coronavirus, Azzolina: didattica a distanza una risorsa

Mpd

Roma, 6 mar. (askanews) - "Tutti insieme dobbiamo rimanere lucidi, non avere paura, e concentrarci sulle cose da fare. Avere degli obiettivi. Le vostre scuole hanno reagito subito. Fidatevi dei vostri docenti e di quello che vi chiederanno di fare. Mettendo il massimo dell'impegno. Io mi fido di voi. Troviamo i canali, troviamo il modo di creare vicinanza. La didattica a distanza, nelle sue diverse forme, serve anche a questo. Fate un buon uso dei vostri strumenti digitali perché in questo momento sono davvero preziosi". Questo il cuore del messaggio video inviato, via social, dal ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina agli studenti dopo la chiusura delle scuole per contrastare il diffondersi del coronavirus. Il ministro definisce quella attuale una "fase molto impegnativa" per la scuola. Una "situazione nuova per voi, per i vostri familiari, per i vostri docenti, per tutto il personale scolastico. Ed è - aggiunge - una situazione nuova, anche per me".

Ai ragazzi dei licei la Azzolina ha chiesto "responsabilità e condivisione. Ascoltate i vostri docenti, spronateli a fare sempre meglio e, in questa fase, supportateli. Studiate non come prima, ma più di prima. È un'occasione anche per dimostrare la vostra maturità".

Per i più piccoli, invece, un invito a non avere paura e a non sentirsi soli. "A tutti dico: sapete cosa sta facendo questa interruzione forzata delle attività scolastiche? - conclude la Azzolina - Sta ricordando a tutti, quanto la scuola ci manchi, quanto la scuola sia il motore del Paese. Perché è così: la scuola è una grande comunità di cui abbiamo bisogno, perché è casa nostra. È la nostra seconda casa. Ed è importante mantenerla viva. La scuola non si ferma".