Coronavirus, Bagnai (Lega): sconcerta negligenza Tesoro su aiuti fiscali

Gal

Roma, 13 mar. (askanews) - "In un periodo in cui lo Stato italiano dovrà intervenire per sostenere aziende e famiglie, in particolare nel settore del turismo, la vicenda della multa da 7,5 milioni di euro comminata all'Italia per l'aiuto dato agli alberghi della Sardegna durante la crisi del 2008 ci ricorda l'importanza di una gestione attenta del tema aiuti di Stato". Lo dichiara il Presidente della Commissione Finanze e Tesoro del Senato, e senatore della Lega, Alberto Bagnai.

"Crea quindi un certo sconcerto - evidenzia il senatore - avere la conferma ufficiale che la norma sulle attività fiscali differite - proposta a suo tempo dalla Lega per contribuire al consolidamento della Banca Popolare di Bari - non è nemmeno stata notificata dalla Direzione del Tesoro italiana alle autorità europee competenti, come confermato con la risposta della 98/2020 del vicepresidente della Commissione europea Margarethe Vestager all'interrogazione presentata dalla Lega al Parlamento Europeo". "Non si comprendono i motivi di questa negligenza per una norma di favore fiscale che, in quanto tale, potrebbe tornare utile anche nelle circostanze presenti, soprattutto considerando che all'operazione Popolari di Bari sono stati finalizzati 900 milioni di fondi pubblici, che ora tornerebbero molto utili per ovvi motivi". " Ricordiamo - conclude Bagnai - che la notifica alla Commissione di qualsiasi norma disposta a soccorso del sistema Paese è una condizione necessaria per evitare che scatti la tagliola della procedura di infrazione. Auspichiamo in futuro e a partire da subito una maggiore diligenza degli organi competenti del Tesoro in materia così delicata".