Coronavirus, Bagnai: liquidare questione Mes definitivamente

Rea

Roma, 24 mar. (askanews) - "È opportuno liquidare il Mes una volta per tutte, anche per scongiurare il sospetto che il Governo sia sotto ricatto da parte dei paesi del Nord Europa. Siamo di fronte a uno shock strutturale, e non più ciclico, quindi anche il principio dell'equilibrio di bilancio adesso non ha più luogo di esistere. Per questo il mio gruppo sta per presentare una proposta di legge, a prima firma Molinari e Borghi, per rimuovere il vincolo del pareggio di Bilancio, previsto dall'art. 81 della Costituzione; un provvedimento che troverà ampio accoglimento anche presso la maggioranza". Così il presidente della Commissione Finanze e Tesoro del Senato, e senatore della Lega, Alberto Bagnai, durante l'audizione presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato del ministro dell'Economia Roberto Gualtieri sul dl Cura Italia.

"L'entità dell'intervento complessivo che il governo vuole stanziare per l'emergenza in corso non è chiara. Questa controproducente comunicazione istituzionale suscita una grave incertezza che preoccupa e mette in difficoltà gli imprenditori e le famiglie italiane. Laddove negli altri Paesi sono state dichiarate chiaramente le risorse destinate all'emergenza - afferma Bagnai - il governo italiano continua a muoversi in una estenuante indefinitezza, cosa che fa pensare che sia in attesa del 'permesso' da parte dei responsabili europei. Al contempo - prosegue il senatore leghista - stiamo assistendo a un continuo ritorno del tema MES, il cui ruolo sarebbe comunque trascurabile, se non fosse per il fatto di far passare l'Italia sotto le forche caudine della condizionalità".