Coronavirus, Balboni(FdI): priorità rallentare diffusione

Red/Lsa

Roma, 4 mar. (askanews) - "L'obiettivo principale deve essere quello di rallentare la diffusione del virus attraverso misure straordinarie. Fratelli d'Italia fin dall'inizio aveva ammonito che il blocco dei voli dalla Cina non sarebbe bastato, ma che serviva mettere in quarantena chi arrivava dalla zona infetta. Siamo stati accusati di essere razzisti e adesso ci confrontiamo con una linea di diffusione allarmante che, se non arrestata, porterà a 10mila contagiati tra una settimana. Dobbiamo, quindi, intervenire altrimenti il nostro Servizio Sanitario Nazionale sarà al collasso". Lo ha affermato il senatore di Fratelli d'Italia, Alberto Balboni, nel suo intervento in Aula sul decreto legge recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19.

"Bisogna coinvolgere l'esercito, i volontari, la Protezione civile per un piano straordinario che garantisca posti letto, l'acquisto dei macchinari per la ventilazione assistita e più in generale di strutture adeguate per ogni Regione. Prevedere, inoltre - ha aggiunto il senatore di FdI - piani di disinfestazione quotidiani, specie per i pendolari a cui dovrebbe essere consentito l'utilizzo della propria autovettura con la revoca temporanea alle limitazioni del traffico. E infine l'immigrazione clandestina che negli ultimi mesi è aumentata del mille per cento. Gli sbarchi continuano grazie alle Ong che fanno da taxi agli scafisti e ai trafficanti di essere umani, che non sono profughi ma rappresentano potenziali pericolosi veicoli di contagio. Preoccupiamoci perciò di quanto sta accadendo in Italia".