Coronavirus, bambino ricoverato a Bergamo: è in terapia intensiva

coronavirus-bambino-bergamo

Arriva da Bergamo la notizia di un bambino di un anno d’eta ricoverato in terapia intensiva presso l’ospedale Papa Giovanni XXIII per un caso di coronavirus. Stando quanto riportato dall’ospedale, il piccolo sarebbe attualmente in prognosi riservata: “Ci sono individui di età compresa tra i 50 e i 75 anni. Abbiamo anche un bambino di un anno in terapia intensiva, in prognosi riservata, e due giovani di 35 anni oltre a un anziano di 81 anni”.

Coronavirus, bambino ricoverato a Bergamo

Le dichiarazioni delle autorità ospedaliere sono state rilasciate durante una conferenza stampa indetta nella giornata di martedì 3 marzo, al fine di fare il punto della situazione in merito all’emergenza coronavirus. L’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo è infatti uno di quelli con il maggior numero di pazienti in Italia ricoverati a seguito dell’epidemia di Covid-19.

Riguardo al neonato ricoverato in terapia intensiva, l’ospedale ha rassicurato i cittadini spiegando come il sistema immunitario dei minori reagisca in maniera più rapida ed efficiente nei confronti del virus: “I bambini affetti da Coronavirus sono rarissimi e come evidenziato hanno una maggiore capacità di guarire rispetto ai malati anziani. I polmoni dei bambini hanno una maggiore capacità di recupero, molto meglio degli adulti”.

Primi quattro pazienti guariti

Nell’incontro, la struttura ha annunciato la guarigione dei primi quattro pazienti risultati positivi al coronavirus, aggiungendo in seguito ulteriori numeri sui ricoveri: “Abbiamo 26 malati a San Giovanni Bianco e 126 al Papa Giovanni. Questo non significa che sono tutti in terapia intensiva, che al momento ha 25 posti letto con altri 12 in terapia subintensiva”.