Coronavirus, Banca centrale Cina: non esclusa "Grande Depressione"

Mos

Roma, 6 apr. (askanews) - La Banca centrale cinese ha avvertito che la pandemia COVID-19 potrebbe causare una nuova "Grande Depressione", anche se ha detto che la possibilità che ciò avvenga non è alta.

"La possibilità di una 'Grande Depressione' non può essere esclusa se l'epidemia continua ad andare senza controllo, e il deterioramento dell'economia reale è zavorrata da un'eruzione di rischi finanziari", ha affermato Zhu Jun, la direttrice del dipartimento internazionale della Banca del popolo cinese, secodo quanto ha riferito il South China Morning Post.

Zhu ha spiegato che le politiche messe in campo dalle economie avanzate sono riuscite a stabilizzare il mercato azionario, ma i rischi intrinsechi connessi alla pandemia continuano a esistere.