Coronavirus, Bcc Venete: 150 mila euro alla sanità regionale

Bnz

Padova, 17 mar. (askanews) - È il momento della solidarietà: le sette Bcc del Veneto del Gruppo Cassa Centrale - Banca Prealpi SanBiagio, CortinaBanca, RovigoBanca, Centroveneto Bassano Banca, Cassa Rurale e Artigiana di Vestenanova, Banca Alto Vicentino e Bancadria Colli Euganei - hanno deciso di scendere in campo a sostegno del Sistema Socio-Sanitario Regionale del Veneto con una donazione complessiva di 150mila euro per far fronte all'emergenza coronavirus.

Un'azione concreta e immediata che vuole essere un messaggio corale di vicinanza e di partecipazione soprattutto là dove si sta combattendo, giorno dopo giorno, un'autentica guerra di trincea contro il Covid-19. La donazione sarà quindi gestita direttamente dal servizio sanitario del Veneto per sopperire alle necessità di questa fase complessa, come per esempio l'acquisto di dispositivi di sicurezza per medici, infermieri e operatori sanitari, la dotazione di macchinari per la terapia intensiva o l'implementazione di ulteriori misure previste.

"In una fase di emergenza collettiva come quella che stiamo vivendo, è necessario che tutti si assumano le proprie responsabilità sociali - sottolineano congiuntamente i Presidenti delle sette Bcc venete del Gruppo Cassa Centrale - I nostri Istituti di credito, punto di riferimento e di sostegno per le comunità, vogliono svolgere fino in fondo il proprio ruolo comunitario, venendo a sostegno del sistema sanitario regionale del Veneto che sta affrontando in queste ore, con la massima efficienza ma anche con uno sforzo eccezionale, la lotta al coronavirus".

I presidenti invitano, inoltre, i propri soci e clienti a unire le forze e a partecipare alla raccolta fondi per sostenere le strutture sanitarie regionali.