Coronavirus, Beppe Sala: “Oggi come la fai, la sbagli”

coroanvirus beppe sala

“State in casa, ma ce la faremo”, il sindaco di Milano Beppe Sala annuncia alcune importanti novità sull’emergenza coronavirus ai cittadini con un video messaggio pubblicato su Facebook. Da Palazzo Marino il primo cittadino ha dato il buongiorno ai milanesi per poi proseguire ringraziando tutti i collaboratori scesi in campo per fronteggiare questa importante emergenza sanitaria che non ha precedenti. Ironizzando, inoltre, sui provvedimenti presi negli ultimi giorni, Sala ha detto: “Come la fai, la sbagli”.

Coronavirus, messaggio di Beppe Sala

“Oggi come la fai, la sbagli”, con ironia il sindaco Beppe Sala ha ribadito e ricordato il provvedimento adottato nella giornata di venerdì 13 marzo riguardo i parchi pubblici. “Abbiamo deciso di chiudere i parchi recintati per evitare assembramenti”, ha dichiarato il primo cittadino. “I proprietari dei cani – ha poi aggiunto – si sono molto lamentati perché non possono usufruire delle aree”. Purtroppo, però, come ricorda Sala, “c’è una ragione dietro la nostra decisione”. Per limitare il contagio e la rapida diffusione del Covid-19 occorre restare a casa il più possibile.

Un’altra cosa che ha voluto ricordare il sindaco è stata la questione Atm e servizio di trasporto pubblico: è stata disposta la limitazione delle corse dei mezzi pubblici. “Vi segnalo – ha chiarito Sala – che l’utilizzo è a -80%”. Anmche qui, però, non sono mancate le lamentele.

Buone notizie

Poi però, il sindaco di Milano ha annunciato alcune ottime notizie: “Il dermatologo del Policlinico, professor Malzano, è stato toccato significativamente dal coronavirus”, ma “è il primo milanese che ne è uscito bene e non vede l’ora di tornare al lavoro”. Riguardo la M4, invece, Sala confessa che non si sa se gli operai riusciranno a terminare i lavori. Tuttavia, venerdì hanno “gettato il solaio nella stazione di San Cristoforo”.

“Siamo molto vicini agli inquilini delle case di edilizia popolare”, ha aggiunto ancora Sala cambiando argomento. Verrà recapitata ad essi una lettera di invito a rimanere in casa e a chiamare il numero predisposto per le emergenze. Il personale incaricato provvederà in tal caso a risolvere qualsiasi necessità.

Infine, sul fondo di mutuo soccorso sono stati raccolti, nella prima giornata, “800 mila euro”. Sala confessa di aver ricevuto moltissimi messaggi di persone che hanno intenzione o già hanno donato: “Donate tutti”, è l’invito finale del sindaco.