Coronavirus, Berardi (Fi): gogna social per contagiati è indegna

Pol/Vlm

Roma, 23 mar. (askanews) - "Nei piccoli comuni si sa sempre tutto di tutti, ma trovo inaccettabile utilizzare i social per "denunciare" dettagli dei contagiati da coronavirus. Ieri nel mio comune di Orbetello abbiamo avuto il primo contagio, invece di esprimere solidarietà e vicinanza alla famiglia, l'opposizione ha pensato bene di allarmare la cittadinanza con un post su Facebook in cui specifica che il contagiato è un carabiniere". Lo dichiara Roberto Berardi, senatore di Forza Italia e segretario della Commissione Difesa in Senato.

"Oltre ad essere un comportamento totalmente irrispettoso e amorale nei confronti del malato è un atto irresponsabile che scatena il panico tra i cittadini e mette in difficoltà tutta l'arma dei Carabinieri di cui il contagiato fa parte. Le forze dell'ordine sono in prima linea, insieme al personale sanitario, in questa guerra invisibile e silenziosa e meritano ben altro tipo di ringraziamento. Capisco l'esigenza di conoscere per evitare ma questa continua caccia all'untore non aiuta a risolvere la pandemia. Occorre riconoscenza, unità e responsabilità, solo così ne usciremo", conclude.