Coronavirus a Bergamo, cimitero pieno: 40 bare in attesa di cremazione

coronavirus bergamo cimitero

Il cimitero di Bergamo è pieno, non si sa dove posizionare le 40 bare in attesa di cremazione: l’emergenza coronavirus è insostenibile. Una situazione drammatica quella registrata nella provincia italiana maggiormente colpita dal Covid-19. Il Comune di Bergamo si è visto costretto ad emettere un’ordinanza di collocamento dei feretri. Da quanto si apprende, le bare verranno posizionate anche nella chiesa di Ognissanti. Il numero di decessi negli ultimi giorni preoccupa il sindaco e i cittadini.

Coronavirus, cimitero di Bergamo pieno

La nuova ordinanza emessa dal Comune di Bergamo è volta a contenere l’elevato numero di bare che non riescono a trovare spazio al cimitero. Infatti, l’emergenza coronavirus ha aumentato i decessi e la situazione è drastica. In pochi giorni sono 146 i decessi registrati in provincia. Sono, inoltre, almeno 40 le bare con salme in attesa di cremazione: queste ultime verranno disposte anche nella chiesa di Ognissanti. Il forno ha esteso gli orari di lavoro, ma ancora non pare sufficiente a sostenere la situazione.

La normativa dispone anche la chiusura dei cimiteri al pubblico: non solo il Monumentale, ma anche Grumello al Piano e Colognola. L’elevato numero di persone che si recava sul posto per visitare i propri cari rendeva pericolosa la situazione: il contagio era agevolato. Perciò, il Comune ha cercato di evitare assembramenti e ha disposto la chiusura dei luoghi sacri fino al 3 aprile. Garantiti, invece, i servizi di trasporto, ricevimento, inumazione, tumulazione e cremazione delle salme. Il massimo di persone presenti, però, è stato fissato a 10.