Coronavirus, Berlusconi è a rischio: “Serve quarantena”

Silvio Berlusconi vulnerabile a Coronavirus

L’epidemia dovuta al Coronavirus, dimostrandosi spaventosamente democratica, potrebbe fare anche vittime illustri, come il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, che, in là con gli anni e da tempo alle prese con piccoli problemi di salute, è considerato particolarmente a rischio. Lo ha comunicato il numero due del partito fondato dal Cavaliere, Antonio Tajani.

Coronavirus, Berlusconi è a rischio

“I medici hanno ordinato al presidente Berlusconi di stare in condizioni di sicurezza anti-contagio“, dice Antonio Tajani, dopo aver partecipato alla conferenza stampa unitaria del centrodestra sull’emergenza Covid19. “Berlusconi è con la figlia Marina in Provenza. Ieri ha partecipato alla riunione di centrodestra in collegamento telefonico con Salvini e Meloni per parlare delle proposte concrete e unitarie contro l’emergenza Covid-19. Poi si è collegato con la riunione tecnica fatta da Fi sempre ieri (giovedì 5 marzo ndr) sugli aspetti economici dell’emergenza e stamane ci siamo sentiti a lungo prima della conferenza stampa al Senato”.

Intanto il Coronavirus continua a diffondersi in tutto il mondo. Una situazione che ha costretto l’Oms a decretare l’emergenza globale. In Italia la situazione continua ad aggravarsi. Risultano infatti oltre 3.800 i casi totali registrati. Si sono contate anche 148 vittime (molte delle quali con patologie pregresse), e solo 414 pazienti sono guariti. L’Iss ha analizzato e diffuso un identikit delle vittime per coronavirus in Italia, sottolineando i pazienti più a rischio, tra questi rientrano profili simili a quello di Silvio Berlusconi.