Coronavirus, Berlusconi a Conte: "Così non va"

webinfo@adnkronos.com

"Siamo tutti molto preoccupati, la scelta di chiudere avrà conseguenza drammatiche se non si mettono in campo misure drastiche. Quanto fatto fino a ora non è sufficiente. Dobbiamo fare molto di più". Lo ha detto Silvio Berlusconi a 'Zapping', su Radio1, parlando del dl 'Cura Italia'.  

Il Cav ha poi criticato la scelta del premier Giuseppe Conte di fare annunci notturni sulle misure per l'emergenza Covid-19: ''Non si può aumentare lo smarrimento delle persone con annunci improvvisati, in piena notte, con indicazioni confuse e contraddittorie". 

"In questa emergenza noi vogliamo essere, come sempre, costruttivi ma bisogna che il governo adesso ascolti le nostre indicazioni perché così proprio non va. Siamo tutti molto preoccupati, la scelta di chiudere avrà conseguenza drammatiche se non si mettono in campo misure drastiche, quanto fatto fino a ora non è sufficiente. Dobbiamo fare molto di più. Abbiamo offerto collaborazione mettendo a disposizione le nostre migliori risorse e continuiamo a portare anche in questo momento le nostre proposte concrete. Ma il Governo fino a ora ha preferito non ascoltarci e fare da solo", ha aggiunto, 

"Occorre buon senso e responsabilità da parte di tutti. Come tutte le attività anche quella parlamentare deve essere limitata alle questioni urgenti, quindi soltanto alla pandemia in corso e ai provvedimenti da assumere per evitare il disastro economico", ha proseguito.