Coronavirus, Berlusconi: serve shock fiscale infrastrutturale

Adm

Roma, 21 mar. (askanews) - Per reagire alla crisi provocata dal Coronavirus serve "un vero shock fiscale e infrastrutturale". Lo dice Silvio Berlusconi in una intervista al Giorno. "Dobbiamo utilizzare tutta la flessibilità che ci viene concessa per ridurre le tasse e dare attuazione ad un grande piano di infrastrutture. Penso anche a un piano casa come quello che fu varato dal mio governo".

Il leader di Fi aggiunge poi che l'Ue dovrà "dimostrare di essere una comunità solidale basata su valori condivisi e non la somma di miopi egoismi nazionali. In concreto, è bene che finalmente la Bce, dopo le infelici dichiarazioni dei primi giorni, si sia mossa dando ossigeno ai mercati con il piano di acquisti di titoli anti-pandemia per 1100 miliardi di Euro, ma sono indispensabili anche lo sblocco dei fondi del Mes, senza condizioni, come salva Europa e un forte intervento della Bei per un grande piano di infrastrutture, funzionale al rilancio del sistema economico".