Coronavirus, Bernini: decreto insufficiente, serve intervento di sistema

Pol/Vep

Roma, 29 feb. (askanews) - "Di fronte a un'emergenza che potrebbe comportare una flessione della nostra economia fino a un meno 3%, occorre una risposta straordinaria dello Stato, e il decreto del governo è in questo senso del tutto insufficiente. Il Giappone, ad esempio, ha annunciato un piano da 2,3 miliardi di euro per limitare l'impatto recessivo del Coronavirus, e l'Italia deve fare altrettanto, convincendo l'Europa a scomputare i costi dal fiscal compact. Ma è necessario un intervento complessivo e di sistema, che oltre a dare sollievo alle imprese e agli abitanti delle zone rosse abbia un respiro nazionale, perché la crisi sta coinvolgendo settori cruciali come il turismo, la produzione, la distribuzione, il commercio, l'export e il terziario". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza.

"Sorprende - aggiunge Bernini - che nel decreto non sia previsto nulla per le imprese della ristorazione e dell'intrattenimento, che pure sono tra i più colpiti dalla crisi, ed è inevitabile attivare un'ampia rete di ammortizzatori sociali come quella stesa dal governo Berlusconi quando esplose la crisi finanziaria del 2008. E' anche il momento di superare i tabù ideologici e assistenziali per impiegare meglio i miliardi spesi per il reddito di cittadinanza. Forza Italia comunque ha pronto un pacchetto di proposte forti per sostenere imprese, dipendenti e famiglie, pronta a fare la sua parte per superare l'emergenza di fronte a un governo che per il momento ha mostrato una capacità di reazione assolutamente inadeguata".