Coronavirus, Bernini (Fi): stretta sui trasporti, evitare tsunami nel Sud

Luc

Roma, 14 mar. (askanews) - "È sicuramente positivo l'accordo siglato stanotte per contenere la diffusione del coronavirus nelle aziende e per tutelare la salute dei lavoratori, anche se sarebbe necessario un periodo obbligatorio di sospensione della produzione per avere la garanzia assoluta che tutto sia messo davvero a norma. Ma torno a ripetere che anche l'ultimo decreto del governo ha lasciato troppe zone d'ombra: è vero che non si può bloccare tutto il Paese, ma restano maglie troppo larghe per le attività produttive che possono restare aperte e, soprattutto, occorre una vigilanza più ferrea sui movimenti da nord a sud che sono ripresi in modo allarmante. Insomma: ascoltiamo gli appelli dei virologi e, al di fuori dei settori strategici, blocchiamo tutto, ma proprio tutto, per una settimana. Se c'è anche il minimo rischio di favorire il contagio del Sud, bisogna fare di tutto per scongiurare quello che sarebbe un autentico tsunami". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.