Coronavirus, Bernini: rinviare scadenze Iva senza distinzioni

Pol/Bac

Roma, 13 mar. (askanews) - "Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus a oggi le partite Iva hanno subito un salasso senza precedenti, un danno incalcolabile, e il governo ha il dovere di garantire loro la salvaguardia della liquidità in una situazione emergenziale in cui i fatturati sono di fatto bloccati da gennaio e lo saranno anche nei prossimi mesi". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.

"La scadenza del 16 marzo per il versamento del saldo Iva relativo al 2019 e dell'Iva e delle ritenute fiscali e previdenziali relative al febbraio 2020 va dunque rinviata senza fare distinzioni sui tetti di fatturato. Così come sarebbe improponibile lasciare inalterate le attuali forme di imposizione fiscale, chiedendo ai professionisti di pagare tra giugno e luglio importi che in termini finanziari sarebbero insostenibili", conclude.