Coronavirus: Bettini, 'basta spettacolarizzazione opinioni scientifiche, è cinicamente dannoso'

·1 minuto per la lettura
Coronavirus: Bettini, 'basta spettacolarizzazione opinioni scientifiche, è cinicamente dannoso'
Coronavirus: Bettini, 'basta spettacolarizzazione opinioni scientifiche, è cinicamente dannoso'

Roma, 11 nov (Adnkronos) – "E' naturale che sul piano scientifico ci siano opinioni diverse. Un po’ meno che esse si divarichino fino a diventare opposte. Ma si sa: dalla scienza non si può pretendere la verità. Essa è in grado solamente di ridurre l’errore. Ed è già tanto". Lo scrive Goffredo Bettini in un editoriale per Tpi.

"Se questo è il presupposto, comprendo la diversità delle analisi, dei suggerimenti nella condotta che si deve mantenere, del differente allarme che si manifesta nella comunità scientifica -prosegue il dirigente del Pd-. Ritengo invece dannoso, in alcuni casi cinicamente dannoso, spettacolarizzare le proprie opinioni in una gara a renderle più originali, più convincenti, più raccomandate per efficacia. L’opinione pubblica è confusa, frastornata e impaurita dall’enorme fiorire di tesi che riguardano direttamente la salute delle persone, la probabilità di sopravvivere e la speranza di una cura".

Bettini prosegue: "La ricerca, il confronto e la difesa delle proprie opinioni vadano avanti. Ma in una sede comune più appartata, nella quale gli esperti possano scambiarsi i dati e si possano proporre ai cittadini le soluzioni maggiormente condivise. La stessa informazione più che affondare il coltello sulle conseguenze, che ormai conoscono tutti, dell’azione del virus sui corpi umani, si dedichi maggiormente a proporre le forme di responsabilità virtuose sulle quali la maggior parte del mondo scientifico converge".