Coronavirus, Boccia: grazie a governatori e sindaci, Paese unito

Red/Gtu

Roma, 4 mar. (askanews) - "Siamo vicini a tutte le famiglie che hanno vissuto eventi luttuosi anche a causa del coronavirus e a tutti coloro che sono negli ospedali. Oggi la priorità è fermare il contagio e stiamo facendo tutto il possibile", Così il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, dopo gli incontri a Palazzo Chigi con il presidente del consiglio, i presidenti di regione e le parti sociali. "Ringrazio - ha proseguito Boccia - i presidenti delle regioni per l'impegno, gli sforzi immani e il senso di responsabilità dimostrato, anche a costo della loro stessa integrità fisica. Il loro lavoro è prezioso così come quello dei sindaci, a partire dalla straordinaria Sindaca di Piacenza trovata positiva a causa del suo lavoro in trincea. I sindaci come sempre sono al fronte e onorano la bandiera di questo Paese. A differenza di chi in queste ore sparge fango sull'Italia e su tutti coloro che sono in prima linea".

"Non tutti gli esponenti di opposizione, si comportano come Giorgia Meloni - ha sottolineato il ministro plaudendo la sua correttezza del suo comportamento - che, inviando il pacchetto di sue proposte al governo, ha assicurato disponibilità a lavorare per l'Italia. E alcune delle sue proposte meritano sicuramente un approfondimento. Il Paese è unito e ne uscirà grazie alla forza dell'unità istituzionale".