Coronavirus, Bonaccini: provvedimenti omogenei in tutta Italia

Pat

Bologna, 9 mar. (askanews) - "Gli impianti sciistici vanno chiusi in tutta Italia". Lo ha chiesto al governo il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, secondo il quale occorrono "provvedimenti omogenei" per contrastare il coronavirus.

"Come presidenti delle Regione - ha spiegato Bonaccini in una conferenza stampa - abbiamo chiesto al governo di assumere provvedimenti il più velocemente possibile che siano omogenei per tutto il territorio nazionale". E a sostegno di questa richiesta ha portato l'esempio della chiusura delle stazioni sciistiche per le "zone rosse" e le "zone arancioni" imposta dall'ultimo decreto della presidenza del Consiglio.

"Ringrazio il presidente della Toscana Rossi che ha detto che chiuderà la stazione sciistica dell'Abetone - ha spiegato Bonaccini - perché con la chiusura del Cimone" in Appennino modenese "migliaia di persone si spostavano" in Toscana "non garantendo la distanza di sicurezza per le misure che il Comitato tecnico scientifico nazionale ha indicato e il governo ha inserito nel decreto".

Il Cimone è in zona arancione, ha fatto notare il governatore, ma a pochi chilometri di distanza c'è il Corno alle Scale, nella provincia di Bologna che non è inserita nel decreto governativo. "Io credo che in tutta italia vadano chiusi gli impianti sciistici. La Regione uniformerà questo provvedimento perché al Corno alle Scale ci sia la stessa misura che si prenda negli altri impianti sciistici della regione".

(segue)