Coronavirus, Bonetti: "Allo studio voucher baby sitter"

webinfo@adnkronos.com

Voucher per baby sitter e congedo parentale? "Stiamo studiando alcune di queste misure. Siamo a lavoro per adottare le migliori misure per il Paese. Le mie proposte le ho portate e le riporterò. C'è la volontà di accompagnare le famiglie in questa emergenza. Si deve arrivare a una dimensione di fiducia tra il Paese e le istituzioni", un rapporto fiduciario basato sulla "concretezza del nostro lavoro". Così la ministra per le Pari opportunità Elena Bonetti, arrivata a Palazzo Chigi per il Consiglio dei ministri.  

"Ora è il momento delle risposte - ha detto - non si tratta di fare annunci, ma di adottare le misure più efficaci. Ci sono già delle famiglie", quelle che vivono nelle zone rosse, che stanno "facendo i conti da tempo con misure restrittive, abbiamo provato ad accompagnarle con lo smart working, ad esempio". 

Intervenendo alla trasmissione 'Circo Massimo' su Radio Capital, Bonetti ha sottolineato che "non corrisponde al vero che sulla sospensione delle lezioni il Comitato scientifico avesse dato parere contrario e non ci è stato riportato. E' chiaro che dobbiamo evitare le modalità di contatto e prossimità delle persone e riorganizzare il vivere sociale, non annullarlo o bloccarlo".  

"Sto pensando - ha aggiunto - a possibilità di sostegno per i costi delle baby sitter, con i voucher, si tratta di proposte per le quali ci sono in corso valutazioni economiche. Anche i nonni che sono così preziosi nel welfare della nostra società e oggi vanno tutelati, quindi dare anche la possibilità di evitare troppo contagio tra i bambini e i nonni, con congedi straordinari per i genitori. Sono misure che si dovranno attivare fin da ora".  

"All'Europa - ha concluso Bonetti - sono stati chiesti fondi e la spesa che serve deve essere messa in campo per sostenere le famiglie. Avevamo già un voucher baby-sitter, che non era stato reintrodotto nella legge di Bilancio".