Coronavirus, Bonetti: sostegno famiglie studenti non in Dpcm

Fdv

Roma, 4 mar. (askanews) - Le misure a sostegno delle famiglie che hanno i figli sotto i 14 anni a casa per la chiusura delle scuole prevista dal governo da domani fino al prossimo 15 marzo non rientreranno nel provvedimento adottato dal governo, ma in una successivo atto di legge. Lo ha spiegato il ministro per le Pari opportunità Elena Bonetti interpellata dai giornalisti a Montecitorio.

"Il Dpcm - ha detto - è un provvedimento di tipo amministrativo che ha lo scopo di contenere la diffusione del coronavirus. Le misure che ho proposte andranno in un prossimo provvedimento di legge che verrà esaminato al più presto".

"In questo momento - ha chiarito in una nota - siamo chiamati come Paese a mettere in campo tutte le misure straordinarie necessarie per contenere e rallentare la diffusione del virus. Lo dobbiamo in particolare alle persone che si trovano in situazione di fragilità e sono più esposte a livello sanitario. Sappiamo che la chiusura delle scuole comporta la necessità di riorganizzare la vita familiare. Ho già proposto misure di sostegno e aiuto alle famiglie: sostegno economico per le spese di babysitting e estensione dei congedi parentali per le lavoratrici e i lavoratori. Una particolare attenzione la dobbiamo alle famiglie del personale sanitario che è mobilitato a servizio di tutta la popolazione. Sono certa che sapremo mettere in campo rigore e serietà".