Coronavirus, boom app di dating: oltre il 30% in più

Coronavirus, boom app di dating: oltre il 30% in più

Il coronavirus fa chiudere scuole e uffici, ma non passa la voglia di uscire e incontrarsi: si registra un boom del 30% delle app di dating. Nelle zone del Nord Italia interessate dall’emergenza, molti italiani hanno deciso di impiegare il tempo alla ricerca di nuovi incontri.

Una famosa app di appuntamenti, Once, ha reso noto l’incremento di utenza registrato in questi giorni: “Dallo scorso lunedì abbiamo riscontrato un aumento del traffico giornaliero di circa il 30% nell’area del Nord Italia”, ha precisato il fondatore dell’app. Poi ha specificato: “L’aumento degli utenti attivi nell’arco delle singole giornate è stato progressivo, con ricerche nel complesso equamente distribuite tra uomini e donne”.

Il coronavirus non ferma le app di dating

Si tratta dunque di un momento propizio per le app di dating. Persino le piattaforme del porno registrano un incremento degli accessi: il sito xHamster sta diffondendo una vera e propria campagna di marketing mirata agli utenti del Nord Italia. Il famoso sito ha regalato a tutte le persone bloccate a casa l’accesso premium ai propri contenuti. xHamster ha infatti dichiarato di voler “fare compagnia” ai cittadini di Lombardia, Veneto e di tutti i focolai mondiali (Terhan in Iran, Daegu in Sud Corea, Adeje nelle Canarie e Wuhan in Cina). La simpatica campagna di marketing ha un messaggio ben preciso: “Restate nelle vostre camere da letto, che in questo momento è il posto più sicuro“, si legge sul sito. Un modo per sdrammatizzare l’emergenza globale e ingraziarsi nuovi possibili clienti.