Coronavirus, Borgonzoni: valutare riapertura musei, cinema etc...

Adm

Roma, 28 feb. (askanews) - La Lega chiede al ministro Dario Franceschini di "valutare la riapertura di museci, cinema e teatri" nelle province dove non si sono registrati casi di Coronavirus. Lo dice la senatrice Lucia Borgonzoni, che oggi ha incontrato il ministro dei Beni culturali. "Fatte salve le dovute garanzie sanitarie, occorre da subito valutare la riapertura dei musei, dei cinema e dei teatri, partendo dalle province dove non si sono verificati casi. Nelle altre province, esterne alla zona rossa, occorrerà una seria valutazione del rischio rispetto al volume delle strutture e dei visitatori. Le Regioni e il Governo valutino le ordinanze non più sull'intero territorio regionale ma sulle singole province".

La Borgonzoni, si legge in una nota, ha portato a Franceschini le proposte della Lega per il settore culturale e si è fatta portavoce di alcune richieste delle categorie e di specifiche situazioni emiliane e romagnole. Il pacchetto di proposte della Lega prevede, tra le altre cose: un fondo ad hoc per il cinema, l'aumento delle risorse del Fus per i teatri, l'accesso eccezionale agli ammortizzatori sociali per i lavoratori atipici del settore dello spettacolo dal vivo, compensazioni economiche per i mancati incassi degli autori, un contributo statale per abbassare il prezzo dei biglietti, lo sblocco del credito per la ristrutturazione delle sale.

"Mi auguro - ha concluso - che l'apprezzamento e la condivisione delle nostre proposte da parte del Ministro Franceschini si trasformino presto in fatti concreti".