Coronavirus, Borrelli: “Non sappiamo quando arriverà picco”

Coronavirus, parla Borelli

Il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli ha fatto anche domenica 8 marzo il punto sulla situazione Coronavirus in Italia. Dopo aver sciorinato i numeri drammatici, che parlano di un aumento dei contagiati che ha raggiunto quota 7.375, ha dichiarato anche che non è possibile sapere adesso quando arriverà il picco dei contagi.

Coronavirus, Borrelli sul picco contagi

“Non riusciamo a fare una previsione”, ha detto Borrelli rispondendo appunto a una domanda sul picco in Italia dei contagi da Covid-19. Subito si è aggiunto Brusaferro dell’Iss. “Al momento non mi sento di fare previsioni – ammette -. Monitoriamo ogni giorno e acquisiamo dati con il contributo delle regioni per capire l’andamento”.

E ancora: “Ora è difficile fare previsioni, possiamo fare dei modelli che circolano anche nei rapporti pubblicati dai giornalisti. Noi ci troviamo in una situazione relativamente nuova, dobbiamo tenere conto dei vari modelli ma soprattutto degli andamenti dei nuovi casi e della loro localizzazione e la tipologia di pazienti e dei sintomi”.

Contagi in Italia

In Italia la situazione è grave: sono oltre 7.375 i casi totali al momento. Sono state registrate anche 366 vittime (molte delle quali con patologie pregresse). Sono poi solo 622 pazienti sono guariti. L’Iss ha analizzato e diffuso un identikit delle vittime per coronavirus in Italia, sottolineando i pazienti più a rischio. La nostra nazione risulta tra le più colpite. Per numero di contagi siamo dietro solo a Cina e Corea del Sud. Per numero di morti siamo dietro solo alla Cina.