Coronavirus, bozza decreto: le misure per negozi e centri commerciali

webinfo@adnkronos.com

Nelle giornate festive e prefestive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita, nonché gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati. Lo prevede la bozza del Dpcm sulle misure urgenti per la Lombardia e le 11 province, che hanno effetto fino al 3 aprile prossimo. Nei giorni feriali, il gestore dei richiamati esercizi deve comunque garantire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione.  

In presenza di condizioni strutturali o organizzative che non consentano il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, le richiamate strutture dovranno essere chiuse.