Coronavirus, a Brescia trovati 400 tamponi persi durante il trasporto

coronavirus-brescia

Nella giornata del 26 marzo un carico di centinaia di tamponi per il coronavirus è stato rinvenuto in strada da un automobilista a Calcinato, in provincia di Brescia. L’uomo ha immediatamente avvertito i Carabinieri della locale stazione, che si sono recati sul posto per constatare la presenza di quattro scatoloni pieni di tamponi riversi sull’asfalto. Fortunatamente le confezioni erano ancora sigillate e i test potranno essere quindi utilizzati dagli operatori sanitari.

Coronavirus, tamponi persi a Brescia

Stando a quanto riportato dalle Forze dell’Ordine, il carico di circa 400 tamponi è stato rinvenuto lungo via Statale a Calcinato, molto probabilmente perso da un camion durante le operazioni di trasporto nelle strutture sanitarie della provincia di Brescia. Il carico era costituito da 400 tamponi nasali per Covid-19, prodotti dalla ditta Copan Flock Technologies srl di Brescia.

Al momento del loro ritrovamento fortunatamente i tamponi erano ancora sigillati all’interno delle loro confezioni e pertanto potranno essere ancora utilizzati dagli operatori sanitari al fine di effettuare i test per il coronavirus. Attualmente i tamponi si trovano nella stazione dei Carabinieri di Bedizzole, in attesa che il legittimo proprietario venga a reclamarli.

La polemica sui tamponi in Lombardia

Negli ultimi giorni proprio sui tamponi era sorta un’aspra polemica in merito alla scelta del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana di effettuarli soltanto sulle persone sintomatiche. Questa modalità secondo alcuni avrebbe potuto falsare il dato complessivo dei contagi, ma lo stesso Fontana ci ha tenuto a precisare: “La regione Lombardia ha rigorosamente seguito i protocolli dettati dall’Istituto Superiore di Sanità. Hanno inviato il 27 febbraio le indicazioni su come ci si doveva comportare in assenza di sintomi il test non appare sostenuto da un razionale scientifico, c’è scritto. I tamponi sono riservati ai sintomatici, gli altri tamponi sono ritenuti addirittura fuorvianti”.