Coronavirus, Brunetta: finalmente intervento Bce

Pol-Afe

Roma, 19 mar. (askanews) - "La Banca Centrale Europea ha finalmente annunciato il suo 'whatever it takes', consistente in un piano straordinario da 750 miliardi di euro per sostenere le economie dell'eurozona colpite dalla crisi generata dal coronavirus. Questa volta, a differenza di una settimana fa, la governatrice Christine Lagarde, nella riunione straordinaria del consiglio direttivo che più volte avevamo suggerito a Banca d'Italia di chiedere, non ha fatto gaffe. "Azioni straordinarie in tempi straordinari", ha dichiarato. Benissimo. L'avesse dichiarato prima, avrebbe risparmiato all'eurozona una settimana di passione sui mercati finanziari. Il piano, che proseguirà per tutto il 2020, è stato pensato su misura della crisi sanitaria e prevede, tra le altre cose, l'acquisto anche di commercial paper non bancari, cambiali con le quali si finanziano le imprese. Non proprio un 'whatever it takes' a 360 gradi ma un programma mirato e a tempo limitato, che porta l'ammontare mensile dei titoli acquistati vicino a quello degli 80 miliardi di euro varato da Draghi. Tanto è bastato per far scendere i rendimenti dei BTP italiani fino all'1,5%. Un livello lontano dai livelli pre-crisi. Per tornare a quelli, ci sarebbe bisogno di usare altri strumenti del toolkit che avevamo suggerito di usare qualche giorno fa, soprattutto quello dell'allargamento del perimetro del QE a strumenti finanziari come gli ETF e delle aste di liquidità (TLTRO) fatte su misura per le piccole e medie imprese europee". Così Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia, in un editoriale a Milano Finanza.