Coronavirus, Brunetta a Gualtieri: risposta Ue generica e tardiva

Pol-Afe

Roma, 11 mar. (askanews) - "Anch'io voglio partire da un giudizio positivo sulle affermazioni del ministro Gualtieri a proposito del fronte interno, vale a dire i 4 assi d'intervento abbozzati, che andranno specificati anche rispetto a certe indiscrezioni sulla limitazione paventata della dilazione dei mutui per quanto riguarda i limiti di Isee, che sarebbe una follia. Dobbiamo intervenire rispetto a tutto l'universo di famiglie e imprese, senza nessuna limitazione. Spero che queste indiscrezioni di stampa siano delle fake news. Quello che volevo sottolineare, però, è soprattutto la cassetta degli attrezzi a livello europeo. Stiamo vedendo una risposta europea molto generica, superficiale, tardiva e non sostanzialmente in linea con la drammaticità degli eventi. Faccio solo un esempio. Si sta parlando del 'nuovo Mes' (sperando che le assicurazioni del premier di ieri ai leader dell'opposizione siano confermate), io mi chiedo: cosa sta facendo invece il 'vecchio MES', vale a dire il fondo Salva-Stati già esistente e dotato di 650 miliardi di euro di munizioni come 'bazooka', che dovrebbe intervenire per assicurare la stabilità finanziaria dei vari Stati membri? Sta ancora comprando titoli sicuri come una qualsiasi banca d'affari, per la propria sopravvivenza di rendimento? Non sarebbe il caso che l'attuale MES, costituito con il contributo finanziario di tutti gli Stati membri, intervenisse o desse un segno di vita per intervenire immediatamente nella crisi? E la Banca Centrale Europea cosa sta facendo e cosa farà domani nella riunione del suo Comitato Esecutivo, anche per ridefinire i requisititi di vigilanza prudenziale del nostro sistema bancario? Mi chiedo, utilizzando il termine keynesiano della 'cassetta degli attrezzi': quella europea è ancora adeguata per poter rispondere a una emergenza di questo tipo?". Lo ha detto Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia, intervenendo in Commissione Bilancio durante l'audizione del ministro dell'Economia Roberto Gualtieri.