Coronavirus, Brunetta: Ue e Usa sono troppo in ritardo

Pol-Afe

Roma, 18 mar. (askanews) - "Siamo pienamente d'accordo con il professor Nuriel Roubini, che a sua volta sembra essere d'accordo con noi, quando afferma che la prima cosa che tutti i paesi dovrebbero fare è adottare misure di quarantena per arginare il propagarsi del virus; poi, utilizzare massicce politiche fiscali, monetizzando l'intervento tramite la Banca centrale. L'Unione Europea e gli Usa sono troppo in ritardo nel fare quello che devono e quindi non c'è da stupirsi se poi i mercati continuano a crollare". Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.