Coronavirus, Brunetta: usare risorse Mes per economia

Pol-Afe

Roma, 10 mar. (askanews) - "In questi giorni l'Europa discute, come se nulla fosse, della riforma del Mes, il cosiddetto 'fondo Salva-Stati'. Una riforma che, lo abbiamo detto più volte, appare del tutto anacronistica in una situazione di emergenza come quella attuale, oltreché poco chiara in molti contenuti. A prescindere da questo dibattito (che speriamo venga portato a termine alla luce del sole dei parlamenti degli Stati membri), il Mes è comunque una istituzione europea perfettamente funzionante, attiva da luglio 2012 con una capacità di intervento di oltre 650 miliardi (tutte risorse degli Stati membri). Essendo un meccanismo di stabilità per le finanze europee, quale momento migliore per dimostrare le sue potenzialità e la sua necessità se non questo? Ci domandiamo che senso abbia tenere questo bazooka fermo, spesso utilizzato in inutili attività finanziarie sicure, mentre tutte le economie europee hanno e avranno sempre di più bisogno urgente di liquidità, ancorché temporanea e limitata, che proprio il vecchio MES potrebbe fornire subito? Ci domandiamo ancora: vogliamo usare queste risorse per salvare l'Europa e l'euro o dobbiamo credere che il MES sia diventato solo una banca d'affari egoista, prigioniera degli Stati più ricchi e solidi che non aiuta in alcun modo l'economia del Vecchio Continente a tirarsi fuori dalla crisi? Ecco, ci si presenta un bel test per il presente e soprattutto per il futuro di questa istituzione, tanto costosa ad oggi, quanto inutile". Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.