Coronavirus, Brusaferro (Iss): sistema indicatori è complesso

·1 minuto per la lettura
Coronavirus, Brusaferro (Iss): sistema indicatori è complesso
Coronavirus, Brusaferro (Iss): sistema indicatori è complesso

Milano, 17 nov. (askanews) – Il sistema di valutazione del rischio con 21 indicatori funziona. Lo ha spiegato l’istituto Superiore della Sanità e lo ha confermato Silvio Brusaferro, presidente dell’Iss, proprio mentre i governatori delle regioni chiedono al governo di ridurre gli indicatori: da ventuno a cinque. “L’epidemia è una realtà di campo e implica una capacità di lettura che deve tener conto di una realtà molto articolata per un grande paese come il nostro. Il sistema dei 21 indicatori è molto articolato e richiede più indicatori per meglio rappresentare la realtà”, ha affermato Brusaferro.

“La stima di rischio – ha aggiunto – non è una pagella ma un sistema che ci accompagna nell’individuare il rischio che l’epidemia possa correre priva di controllo. Ci sono dei sistemi di allerta. Gli indicatori sono un mix tra indicatori tempestivi, come i posti letto, e altri che richiedono più tempo per la raccolta, come il tempo di incubazione”, ha concluso Brusaferro.