Coronavirus, Burioni: “Ma lo avete capito che dovete stare a casa?”

coronavirus burioni

“Ho la sensazione che molta, troppa gente non abbia capito con che cosa abbiamo a che fare”. Sono queste le parole che Roberto Burioni ha pubblicato su Twitter per mettere in guardia gli italiani sull’emergenza coronavirus. I toni si accendono quando il virologo viene a conoscenza di alcune iniziative pericolose per la diffusione del contagio. Il riferimento è a un’iniziativa della città di Venezia, dove per ripartire è stato segnalato l’aperitivo gratuito in piazza San Marco. “Ma lo avete capito che la gente deve stare a casa altrimenti quello che riparte è il virus?”.

Coronavirus, Burioni avverte gli italiani

Le misure di contenimento messe in atto dal governo avranno efficacia soltanto se la popolazione non crea nuove possibilità di contagio. Roberto Burioni, un virologo italiano, è venuto a conoscenza di un’iniziativa pericolosa per la diffusione del coronavirus. In particolare, si tratta dell’aperitivo gratis in piazza San Marco a Venezia. “La gente in questo momento deve stare a casa”, ha detto Burioni. “Tutto quello che causa un affollamento deve essere evitato”.

Con alcuni messaggio su Twitter e Facebook, quindi, ha avvertito: “Ho la sensazione che molta, troppa gente non abbia capito con che cosa abbiamo a che fare”. Poi, ha anche ipotizzato il motivo di questi comportamenti: “Forse alcuni messaggi troppo tranquillizzanti hanno causato un gravissimo danno inducendo tanti cittadini a sottovalutare il problema”. Ma in questo modo, a farne le spese saranno tutti gli italiani.