Coronavirus, Burioni-Ricciardi: giusta più attenzione sui bambini

Mpd

Roma, 4 feb. (askanews) - "Giusta la richiesta di alcuni Presidenti di Regione della Lega di avere maggiore attenzione prima di riammettere bambini provenienti dalla Cina nelle nostre scuole". Lo sottolineano dal sito Medical Facts Walter Ricciardi e Roberto Burioni, rispettivamente Ordinario di Igiene e Sanità Pubblica all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e ordinario di Virologia e Microbiologia all'Università Vita Salute San Raffaele di Milano.

"Il coronavirus cinese - ricordano - è molto contagioso, causa una malattia che sembra essere grave e contro di essa non abbiamo né farmaci né vaccini. L'unica arma che possiamo utilizzare per tentare di bloccare questa epidemia è, insieme alla diagnosi precoce, l'isolamento. Ma l'isolamento è particolarmente difficile da mettere in atto, in quanto sembra che anche individui senza sintomi possano trasmettere l'infezione. Nel report di ieri pomeriggio dell'Organizzazione Mondiale della Sanità vengono riportati 153 casi diagnosticati di coronavirus al di fuori della Cina, che possiamo immaginare siano stati seguiti con la massima attenzione e con la doverosa accuratezza. Di questi 153 casi, ben 12 erano asintomatici. Quindi, fino a prova contraria, è prudente assumere che gli asintomatici possano essere in grado di trasmettere l'infezione".

"In questa situazione ancora incerta - chiariscono i due esperti - è facile sbagliare per sopravvalutazione o per sottovalutazione del pericolo. Ma è immensamente meglio sbagliare sopravvalutando, perché questo può significare disagio o danno economico; al contrario la sottovalutazione può portare alla morte di alcune persone. Per questo ha fatto benissimo il Ministro della Salute Roberto Speranza ad attivarsi tempestivamente e per lo stesso motivo la richiesta di alcuni Presidenti di Regione della Lega di avere maggiore attenzione prima di riammettere bambini provenienti dalla Cina nelle nostre scuole, secondo noi, è giustificata".