Coronavirus, Bva Doxa: 90% italiani ha paura contagio -5-

Red/Nav

Roma, 25 mar. (askanews) - Restare a casa: gli italiani i più diligenti. Restare a casa, lavarsi le mani, usare gli igienizzanti. Gli italiani hanno ormai imparato a memoria le regole d'oro per prevenire il contagio. Secondo l'analisi, la totalità dei nostri connazionali ha adottato una o più misure precauzionali. L'arma principale è soprattutto il rimanere a casa: il 93% sta rigorosamente rispettando questa disposizione cruciale per ridurre il trend dei contagi. L'87% indica di lavare frequentemente le mani e il 63% fa uso di igienizzanti. Meno usati, complice anche la scarsa reperibilità, ma comunque ben diffusi sono le mascherine (44%) e i guanti (40%).

Se gli italiani sembrano essere particolarmente diligenti per quanto riguarda la raccomandazione di stare a casa, negli altri paesi la situazione è diversa: in Francia l'85% degli intervistati rimane a casa e in Regno Unito il 71%. Fanalino di coda la Germania, con una percentuale di appena il 43%.

L'unico comportamento adottato ovunque e in maniera diffusa è il frequente lavaggio delle mani, con valori fra l'80% e il 90% in tutti gli altri paesi europei.

Se lavarsi le mani più frequentemente è la misura largamente più adottata a livello mondiale (75%), solo il 45% ha limitato i contatti sociali e il 14% non ha preso alcuna misura né modificato ancora alcun comportamento. La raccomandazione di stare a casa in alcuni paesi è stata praticamente ignorata, complice una carente comunicazione a livello governativo: solo l'11% in Turchia, il 20% in Pakistan e il 34% in Afghanistan. (Segue)