Coronavirus in Campania: screening di massa con un milione di test rapidi

coronavirus campania screening di massa

Per identificare i contagiati da coronavirus, Regione Campania ha deciso di avviare uno screening di massa fatto attraverso i test rapidi che ha acquistato. Uno strumento, quello dell’Antibody Determination Kit, che in Cina avrebbe avuto successo.

Coronavirus in Campania: screening di massa

A comunicarlo è stata una nota pubblicata sul sito ufficiale dell’amministrazione regionale nonché il governatore Vincenzo De Luca. Un’idea simile a quella di Luca Zaia che aveva affermato di voler moltiplicare la quantità di tamponi fatti per meglio circoscrivere gli infetti ma anche a quella di Enrico Rossi. La Campania ha già mosso i primi passi e ordinato un milione di kit che verranno utilizzati su pazienti sintomatici, in particolare nella fase pre-triage.

La Regione ha spiegato che questi test rapidi consentiranno di avere un risultato non certo ma altamente probabile sull’eventuale positività del paziente. “Saranno utilissimi nella gestione dell’emergenza“, conclude la nota. Quest’ultima non ha specificato quando arriveranno né quando comincerà la campagna di screening della popolazione.

Quanto ai casi confermati stando ai dati di martedì 17 marzo 2020, sul territorio regionale se ne contano 460 così suddivisi:

  • 258 in provincia di Napoli
  • 65 in provincia di Salerno
  • 65 in provincia di Caserta
  • 56 in provincia di Avellino
  • 4 in provincia di Benevento
  • 12 in attesa di verifica

Il totale delle persone attualmente positive è dunque pari a 423 a cui si aggiungono 28 guariti e 9 morti. I tamponi finora effettuati sono pari a 2.685.