Coronavirus, carcere Gerusalemme isolato per timori diffusione

Dmo

Roma, 12 mar. (askanews) - Un carcere di Gerusalemme è stato messo in isolamento dopo che una agente della polizia penitenziaria ha dichiarato di essere venuta in contatto con un paziente contagiato dal coronavirus. La decisione è stata presa dall'autorità penitenziaria di Israele per evitare la diffusione del virus, scrive la Israel Broadcasting Corporation.

Tutte le entrate e le uscite dal Moscovia Detention Centre sono bloccate. La prigione non accetterà nuovi detenuti e non effettuerà trasferimenti degli attuali verso i tribunali. I detenuti rilasciati saranno messi in quarantena nel loro domicilio.