Coronavirus, card. De Donatis: parrocchia c'è anche a distanza

Ska

Roma, 13 mar. (askanews) - La possibilità di contagio da coronavirus "ci turba ma non ci sconvolge": lo scrive il cardinale Angelo de Donatis, vicario del Papa per la diocesi di Roma, in una lettera ai fedeli circa la chiusura o apertura delle chiese. "Il tempio è la Chiesa Corpo del Cristo, e lo Spirito di Dio è presente dove due o tre sono riuniti nel Suo nome. Adorare il Padre in spirito e verità, offrirgli il sacrificio della nostra vita, è il nostro culto spirituale, indipendentemente dal luogo in cui preghiamo. In questi pochi giorni è stato bello vedere come i cristiani di Roma sappiano inventare mille modi per rimanere in contatto, sostenersi reciprocamente, annunciare la Parola di Dio, celebrare l'Eucarestia a distanza... La Chiesa è un corpo vivo".