Coronavirus: Caselli (Mediterranea), 'al Pronto soccorso psicologico le paure dei cittadini' (2)

Coronavirus: Caselli (Mediterranea), 'al Pronto soccorso psicologico le paure dei cittadini' (2)

(Adnkronos) – "Le persone in questo momento – aggiunge Stefano Casella – stanno riscoprendo di essere vulnerabili. Pensavamo di essere al sicuro ma non è così. E si scopre che i porti chiusi non erano una soluzione e che adesso li chiudono anche a noi…".

Lo staff medico sanitario di Mediterranea, composto da medici, infermieri e psicologi, è rappresentato da volontari. "I nostri sanitari operano tutti nel settore pubblico – dice Stefano Caselli – I nostri medici già stanno fronteggiando l'emergenza al proprio posto". Laboratorio di Salute Popolare è uno dei tanti progetti che prendono vita e voci negli spazi autogestiti di Labas a Bologna. Si tratta di uno spazio di condivisione e auto-organizzazione "in cui costruire insieme un’idea differente di sanità e condividere e sperimentare pratiche che producano salute nelle nostre vite e sul territorio". Un’iniziativa di solidarietà con il lancio di un “servizio di supporto psicologico telefonico” e per “tradurre alcune informazioni sanitarie essenziali”, quella promossa oggi da “operatrici, operatori, studenti e studentesse che ruotano attorno al mondo della salute” del Laboratorio Salute Popolare.

"Al momento, contiamo 122 professionisti come sanitari di Mediterranea – racconta ancora Stefano caselli – Noi abbiamo dovuto sospendere le nostre attività in mare, ma abbiamo sempre avuto un surplus di attività. Ad esempio, avevamo già concordato delle attività con il sindaco di Lampedusa per portare sull'isola, proprio in questo periodo, un po' si aiuto e supporto con i nostri medici e infermieri. Perché Lampedusa è un'isola che dà tanto e spesso si trova in carenza di personale medico e infermieristico".