Coronavirus, caso sospetto di un bimbo di 2 anni in Sardegna: famiglia isolata

coronavirus bambino sardegna

Paura in Sardegna, dove un bambino di appena due anni ha presentato alcuni sintomi tipici del coronavirus ed è stato posto sotto osservazione in attesa dei test. Da quanto si apprende, infatti, il bimbo si era recato in Cina con la sua famiglia, che si trova isolata da martedì 4 febbraio. Nella giornata di mercoledì 5 febbraio, invece, i medici danno il via ai test per verificare se si tratti di un caso di influenza o di coronavirus. I risultati sono previsti in mattinata.

Coronavirus, bambino sospetto in Sardegna

Un bambino di due anni di Castelsardo, in Sardegna, avrebbe presentato alcuni sintomi tipici del coronavirus: febbre, tosse e sintomi influenzali. Da quanto si apprende, inoltre, la sua famiglia si era recata a Pechino negli ultimi 15 giorni e perciò da martedì 4 febbraio è stata posta in isolamento. Sul piccolo, invece, sono in corso i test di verifica a domicilio: i risultati arriveranno nella mattinata di mercoledì. Se dovesse risultare positivo (oltre ad essere il primo bimbo italiano infettato), il piccolo verrebbe trasferito nel reparto Malattie infettive dell’Aou di Sassari. Il reparto, infatti, è appositamente attrezzato per far fronte alle emergenze.

Mario Nieddu, l’assessore alla Sanità della Regione Sardegna è intervenuto sul caso per evitare ulteriori allarmismi nella zona. “Siamo davanti a un eccesso di zelo nella segnalazione – ha detto l’assessore -. La famiglia è rientrata dalla Cina più di 15 giorni fa, quindi non rientrerebbe nemmeno nei casi da segnalare. Comunque abbiamo attivato il protocollo sanitario e aspettiamo i risultati dei test”.