Coronavirus, a Cassano Irpino strade blindate con blocchi di cemento

coronavirus a Cassano Irpino

A Cassano Irpino il sindaco ha posizionato jersey di cemento in strada per non far uscire le persone durante la quarantena per coronavirus. Per l’amministrazione avellinese, simili misure restrittive sono necessarie per contrastare la diffusione del contagio.

Coronavirus, a Cassano Irpino quarantena “con il cemento”

A soli due giorni dal Dpcm, che decreta la chiusura di tutte le attività, fatta eccezione per supermercati e farmacie, nell’avellinese arrivano ulteriori misure restrittive. Al fronte di arginare la diffusione del contagio e far rispettare le regole (ovvero uscire solo se strettamente necessario, soprattutto fuori dal proprio comune) il sindaco di Cassano Irpino, nell’avellinese, Salvatore Vecchia, ha fatto installare al confine della città jersey di cemento anti-terrorismo. Questa misura restrittiva dovrebbe incentivare i cittadini a non uscire dalla propria città. Lo stesso primo cittadino, eletto in quota Lega solo un anno fa, aveva postato sui social un video in cui spiegava come realizzare “self made” una mascherina, essendo introvabili.

Le misure restrittive della regione

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha già richiesto, attraverso una lettera al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ai ministri dell’Interno e della Difesa, Luciana Lamorgese e Lorenzo Guerini, nonché al capo della Protezione Civile Angelo Borrelli ulteriori misure restrittive:Si chiede, per tali ragioni, un impegno straordinario delle Forze dell’Ordine e la presenza dell’Esercito, quali misure ormai indispensabili in funzione della dissuasione degli assembramenti, della mobilità ingiustificata, di forme illegittime di ambulantato sul territorio”. Inoltre, De Luca ha annunciato un nuovo decreto regionale. Si parla di quarantena “forzata” per chi passeggia senza motivo non rispettando il decreto governativo.