Coronavirus, Cassazione rinvia udienze fino al 22 marzo

Red/Cro/Bla

Roma, 9 mar. (askanews) - La Corte di Cassazione ha deciso il rinvio d'ufficio di tutti i procedimenti per il settore penale (udienza pubblica, camerale partecipata, camerale non partecipata, de plano) fissati dal 9 al 22 marzo, ad eccezione "di quelli urgenti, con in scadenza i termini massimi di custodia cautelare o sono state richieste o applicate misure di sicurezza detentive ovvero i detenuti, gli imputati, i preposti o i loro difensori chiedano, con istanza pervenuta entro l'11 marzo anche a mezzo pec, che si proceda alla trattazione nei casi eccezionali espressamente previsti", si legge in una nota.

Stesso discorso per il settore civile per il quale è stato deciso "il rinvio d'ufficio di tutte le udienze e le adunanze camerali fissate nel periodo tra il 9 ed il 22 marzo, ad eccezione di quelle a carattere di urgenza, che saranno fissate nella prima udienza utile successiva al 22 marzo".

Lo ha stabilito il primo presidente Giovanni Mammone con un provvedimento adottato oggi.