Coronavirus: Castaldo, parole Lagarde irresponsabili, misure o passo indietro

Coronavirus: Castaldo, parole Lagarde irresponsabili, misure o passo indietro

Roma, 12 mar. (Adnkronos) – “Di fronte a un’emergenza sanitaria, sociale ed economica senza precedenti la risposta della BCE e di EBA è stata a dir poco inadeguata: mentre le posizioni assunte da Fed e Bank of England avevano dato sollievo ai mercati, le irresponsabili parole in conferenza stampa di Christine Lagarde hanno causato una impennata vertiginosa dello spread italiano”. Così in una nota il vicepresidente del Parlamento europeo Fabio Massimo Castaldo (M5S).

“Evidentemente Lagarde non ha percepito quanto sia critico e pericoloso il frangente che stiamo attraversando – prosegue – le imprese italiane ed europee hanno un urgente bisogno di un periodo di congelamento delle regole prudenziali sulle moratorie di 12-18 mesi che consenta loro di gestire la crisi ed evitare, inoltre, che i nostri titoli quotati siano deprezzati oltre misura, con il rischio di potenziali acquisizioni ostili. Una sospensione di almeno un anno dell'applicazione delle definizioni di ‘default’ per l'individuazione dei crediti scaduti e una revisione della tempistica degli accantonamenti automatici, a fronte dei crediti deteriorati, sono misure imprescindibili per garantire l’accesso al credito per le Pmi europee: a esse va coniugato un aumento consistente degli acquisti dei titoli Bei per gli investimenti nell’Ue, ma soprattutto la creazione di un Piano europeo da centinaia di miliardi di euro che fornisca liquidità immediata a imprese e famiglie, anche con assegni a loro diretti se e quando dovesse essere necessario”, aggiunge Castaldo.

“Queste sono le misure urgenti e coraggiose che servono a proteggere le economie degli Stati europei dallo spettro della recessione. Se la Presidente Lagarde non è pronta ad assumerle, a pronunciare il suo ‘whatever it takes’ abbia quantomeno il coraggio di fare un passo indietro e di lasciare spazio a qualcun altro con maggiore polso e lucidità”, conclude Castaldo.