Coronavirus, Cattaneo: contenere rischio con responsabilità e fiducia

Pol/Vep

Roma, 4 mar. (askanews) - "Fra le questioni fondamentali oggi, per permettere al sistema sanitario di reggere, c'è il contenimento del rischio esponenziale". Così Elena Cattaneo, docente dell'Università Statale di Milano e Senatrice a vita, intervenendo in Senato durante la discussione sul decreto legge Coronavirus.

"Le statistiche - spiega la scienziata - ci dicono che ogni contagiato è come una biglia che ne colpisce altre due, contagiandole. Le misure che votiamo oggi e le prossime che il governo sta già mettendo a punto hanno esattamente l'obiettivo di rallentare l'effetto esponenziale di queste biglie per schiacciare la curva dei contagi, diluirli e distribuirli nei giorni e sul territorio dando la possibilità ai nostri ospedali pubblici e privati di farsene carico".

"Serve - prosegue Cattaneo, lodando la "trasparenza" adottata dalle istituzioni italiane nella gestione dell'emergenza - un Paese unito che sappia farsi carico della responsabilità per fare fronte comune. Se non collaboriamo tutti rischiamo di avvicinarci al precipizio. In questa nuova situazione, la politica tutta, le istituzioni, il Governo e il Parlamento devono mantenere, nella gestione delle misure di contenimento, un atteggiamento razionale e modulare, non emotivo, alimentando la fiducia dei cittadini con la trasparenza". "Fiducia - conclude la Senatrice a vita - è la parola chiave: serve quindi fiducia tra stati, organizzazioni, istituzioni, media, studiosi e cittadini. Questa fiducia si alimenta non nascondendo nulla di quel che accade, ma al contempo assumendosi la responsabilità di non esasperare - per click, interesse, controllo sociale o pura incoscienza - le paure innate presenti in ciascuno di noi".