Coronavirus, Cattaneo (Fi): misure su economia sbagliate e tiepide

Pol/Bac

Roma, 26 feb. (askanews) - "Se la sfida è quella di rilanciare l'economia, noi un passo avanti lo facciamo eccome, a patto che però Conte e il Movimento 5 stelle ne facciano uno indietro rinunciando a certe loro velleità e follie decrescitiste, perché con l'acqua pubblica e lo stop alle trivelle non si esce dalla recessione. In questo momento la priorità è fronteggiare l'emergenza sanitaria dopodiché ci sarà da fronteggiare l'emergenza economica. Servono subito misure d'emergenza, sul modello di quelle che si adottano dopo un terremoto: sgravi fiscali per le zone rosse, crediti d'imposta per le aziende, la sospensione dei mutui e, in certi casi, rimborsi diretti per le perdite causate, ad esempio, dall'annullamento di fiere ed altri eventi. Ma, al tempo stesso, serve pianificare delle misure di prospettiva, e lo si dovrebbe fare andando oltre le logiche dell'attuale maggioranza. La "cura da cavallo" vagheggiata da Conte? Finora, le misure indicate dal premier mi sembrano sbagliate o, nella migliore delle ipotesi, troppo tiepide: non si può scherzare con l'ideologismo sgangherato del M5s". Lo dichiara Alessandro Cattaneo, deputato di Forza Italia, in un'intervista a Il Foglio.