Coronavirus, cena e presidio negazionista: sanzionati

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 18 feb. (askanews) - Nella serata di ieri alcuni esponenti riconducibili ai movimenti negazionisti del Coronavirus hanno partecipato ad una cena al ristorante l'"Habituè" in via dei Gordiani, a Roma. Al termine del pranzo - si spiega in una nota - 5 propagandisti si sono trasferiti in piazza Campo de' Fiori per dar luogo ad una iniziativa estemporanea di protesta. La presenza degli ospiti all'interno del locale, è stato documentato da personale della Polizia Scientifica, intervenuto dopo una segnalazione.

Gli attivisti hanno raggiunto Piazza Campo de' Fiori alla spicciolata incontrandosi con altri sodali e raggiungendo 30 unità. Sul posto hanno esposto una bandiera bianca riportante la scritta "Movimento Roosevelt". Lo stesso movimento aveva promosso l'iniziativa sul web richiamando i sostenitori ad una "disobbedienza civile contro il coprifuoco e gli altri provvedimenti assurdi lasciati in eredità dal passato Governo" indicando la serata di ieri per l'iniziativa.

Agenti della Polizia di Stato inviati sul posto hanno proceduto alla identificazione dei presenti nei confronti dei quali è stata notificata la sanzione prevista dalla normativa vigente in tema di contrasto alla diffusione del Covid -19. Gli stessi saranno anche denunciati per la violazione dell'articolo 18 del Tulps (mancato preavviso della riunione/manifestazione). Proseguono gli accertamenti a cura della Divisione polizia amministrativa e Sociale sui profili di responsabilità per le violazioni commesse dal titolare del ristorante.